Lavori subacquei Lago di Garda. Drafinsub – Underwater Technology.

Lavori subacquei lago di Garda.

Acque Bresciane ha incaricato nuovamente Drafinsub – Underwater Technology, per eseguire la manutenzione di alcune tubazioni sublacuali.

La ditta infatti, si occuperà di eseguire il monitoraggio delle linee e qualche riparazione. Inoltre eseguirà la messa in sicurezza della condotta che è lunga circa 6800 m. E’ la linea di scarico che attraversa il lago, ovvero parte dalla provincia di Brescia e arriva a quella di Verona.

Raffaella, l’innovativo Saturation System (impianto di saturazione per immersioni in alto fondale), è pronto per affrontare questo nuovo progetto. I sommozzatori lavoreranno sott’acqua, fino ai -186 m, come nel corso del precedente cantiere. Questa profondità è un record per ciò che riguarda la tecnica di saturazione in acqua dolce. Gli Operatori Tecnici Subacquei (OTS) specializzati e certificati, continueranno perciò le operazioni iniziate due anni fa.

Come supporto durante le immersioni, nonchè per le ispezioni preliminari, sono utilizzati dei Remotely Operated Vehicle (ROV). Questi robot subacquei sono pilotati da tecnici certificati. In superficie invece, ci sono ingegneri e altro personale tecnico, come Supervisor e Life Support Technician. Tutto personale tecnico altamente specializzato, che cura i vari aspetti organizzativi e di sicurezza.

A Marzo inizierà l’allestimento del cantiere, quindi le immersioni ad Aprile.

I sub faranno immersioni profonde, in alto fondale appunto, utilizzando il sistema di saturazione Raffaella. Le condotte sublacuali che partono da Toscolano Maderno e vanno verso Torri del Benaco saranno controllate, manutenzionate e quindi riparate. Le bioconcrezioni, che sono dannose per ‘la salute’ della linea di scarico, e che quindi devono essere rimosse, sono circa 160. Inoltre i sub posizioneranno delle clampe.

In totale il cantiere di lavori subacquei sul lago di Garda durerà 2 mesi.

Continua la lettura su:

https://www.bresciaoggi.it/territori/garda/controlli-alla-sublacuale-i-sub-tornano-negli-abissi-1.7952039